Il metodo Cani Dentro

Con l'ausilio di cani attentamente selezionati in base alle caratteristiche fisiche e comportamentali, preparati e certificati, lavoriamo per favorire l'instaurarsi di un legame emotivo (empatia) tra uomo ed animale, con l'obiettivo di migliorare la qualità della vita dei fruitori, attraverso diversi meccanismi, quali:

  • la promozione del benessere della persona, agendo sul piano motivazionale, emozionale, e cognitivo
  • la promozione dell'integrazione sociale, agendo sulle leve relazionali, di autostima e della comunicazione
  • la promozione di processi riabilitativi, alleviando i disagi in essere o favorendo lo sviluppo di percorsi di compensazione
  • l'ottimizzazione di eventuali protocolli terapeutici, aumentandone l'efficacia.

I nostri interventi sono prevalentemente AAA e TAA che fanno leva sulla capacità degli animali di porsi in relazione con l'uomo inducendone importanti modificazioni positive dello status. Dal contatto con loro, scaturisce un rapporto sereno, spontaneo, sincero, corrisposto e tanto appagante da diventare un aiuto al benessere psichico e fisico, specialmente nelle situazioni in cui i contatti interpersonali sono alquanto limitati. I nostri interventi, per questo, sono rivolti a persone che vivono in ospedali, case di ricovero, comunità di recupero, comunità psichiatriche, carceri e scuole. A seconda delle necessità e delle caratteristiche dei fruitori, proponiamo incontri individuali o di gruppo. Conformemente a quanto indicato nelle Linee Guida Nazionali per gli Interventi Assistiti con gli Animali, i nostri progetti sono sempre frutto del lavoro di un'apposita équipe multidisciplinare, che vede coinvolte, in tutte le fasi, una pluralità di persone: figure sanitarie, psicologiche e tecniche.

Le fasi del progetto sono generalmente così articolate:
 

  1. preliminari: riunioni di coordinamento in presenza di tutto il personale coinvolto (operatori sociali, educatori, infermieri, fisioterapisti, psicologo, veterinari) e costituzione di una équipe progettuale
  2. programmazione-analisi: scelta, assieme al personale della struttura, dei soggetti a cui verrà rivolta l'attività di pet therapy ed individuazione degli obiettivi, volti all'ottenimento di specifici benefici, ad es. a livello motorio, cognitivo, comunicativo, sensoriale, di socializzazione, fisiologico, psicologico
  3. progettazione dell'attività: definizione delle procedure e dei tempi di sviluppo
  4. familiarizzazione dei pazienti con i cani, e viceversa
  5. raccolta del consenso informato
  6. realizzazione dell'intervento: messa in atto delle attività con i fruitori e i cani selezionati per il perseguimento degli obiettivi
  7. controllo: valutazione e analisi dei risultati ottenuti per l'individuazione dei progressi

Nel corso di ogni progetto, inoltre, sono previste riunioni di supervisione con tutti gli operatori coinvolti, al fine di affinare le procedure d'intervento e migliorare la qualità collaborativa ed operativa.

 

Il benessere del nostro partner, il cane

Un aspetto importantissimo ed imprescindibile del nostro lavoro riguarda la tutela degli animali che operano con noi. Per questo, nel corso di ogni progetto, avvalendoci della collaborazione di medici veterinari ed esperti di comportamento, monitoriamo attentamente i cani, durante le interazioni con i fruitori e nei momenti di riposo, per escludere la presenza di eventuali stati di disagio. Gli interventi assistiti, infatti, possono rappresentare per i cani, per quanto adeguatamente educati e preparati, una fonte di stress da cui è necessario salvaguardarli. I nostri cani vengono coinvolti nelle attività secondo una precisa turnazione, pensata in modo tale da evitare loro ritmi e "carichi lavorativi" eccessivi.

 

 
 
top